Criteri di Ammissione

Criteri

di Ammissione

Clicca qui per scaricare la domanda

L’iscrizione alla Scuola è riservata ai laureati in Psicologia e in Medicina e Chirurgia, iscritti ai rispettivi albi professionali, nei limiti del numero massimo di allievi iscrivibili per ciascun anno tenuto conto della idoneità delle locali strutture didattico-formative, sia quantitativamente che qualitativamente ​ Gli allievi che intendo iscriversi presso l’Istituto I.I.P.P. devono inoltrare domanda di ammissione scaricando dal sito l’apposito modulo "domanda di ammissione" e inviarlo per posta elettronica alla Segreteria della scuola. Tale domanda deve essere corredata dei certificati richiesti per legge (certificato di laurea, certificato di iscrizione ai singoli ordini professionali - anche in formato autocertificazione) e di un curriculum formativo e professionale.

image desctiption

Valutazione di idoneità del candidato

Per la valutazione delle domande la scuola segue l’ordine cronologico con cui queste arrivano, e sulla base di ciò, verranno convocati i candidati per sostenere due colloqui esplorativi della motivazione al lavoro clinico-psicoanalitico del candidato, con lo scopo di accertare la sua idoneità. Seguirà poi per gli ammessi comunicazione scritta di ammissione e di inizio del corso, inviata per posta o posta elettronica della Segreteria. Al ricevimento della comunicazione di ammissione il candidato dovrà confermare entro 5 giorni la propria accettazione, per posta o posta elettronica della Segreteria e procedere entro 15 giorni all’iscrizione.

Se il candidato non è ancora abilitato

Possono essere iscritti alla Scuola, in via temporanea e con riserva, anche i laureati in Psicologia e in Medicina e Chirurgia che non siano ancora iscritti ai rispettivi albi professionali; in tal caso il mantenimento della iscrizione è condizionato al conseguimento dell’abilitazione all’esercizio professionale entro la prima sessione utile di esami di abilitazione, successiva all’effettivo inizio dei corsi, e alla iscrizione ai rispettivi albi professionali. Qualora gli iscritti con riserva non conseguano l’abilitazione all’esercizio professionale entro la prima sessione utile, non potrà farsi luogo né all’ammissione agli esami annuali, né al proseguimento degli studi e all’iscrizione al secondo anno, né alle attività di formazione clinico-pratica ​